Ricette e pronomi: Il tiramisù! (Italian Level B2).

“Carry me up”, that’s the meaning!


Ingredients you need:

500 gr Italian mascarpone cheese
4 eggs
120 gr sugar
400 gr of Italian savoiardi cookies
1 small cup of espresso or strong coffee
2 tablespoon of cognac
unsweetened cocoa powder and chocolate flakes

First of all separate the egg whites from the egg yolks then put the egg yolks into a medium-sized bowl together with the sugar and beat with an electric whisk on high speed until the mixture forms a light, pale mousse.

In a separate large bowl, stir the mascarpone with a wooden spoon to soften it.
Now gently fold in the previously cream.

Beat the egg whites until stiff and add them to the cream already prepared.

Mix the cold espresso with the liquor adding two tablespoons of water. Soak in each cookie for a while.

Spoon a part of the cream on top of the savoiardi cookies, followed by a good sprinkle of cocoa, then repeat the layers, finishing with cocoa.

Refrigerate for at least three hours before serving – you may need to dust with a little more cocoa and chocolate flakes to make it look perfect!

In Italian

Origini e ricetta: Il tiramisù

Ecco una ricetta che si può facilmente preparare con gli studenti di una classe di italiano per stranieri. Non occorre un’attrezzatura particolare, basta un frigo anche di quelli piccoli.

Si impara facendo e sperimentando. Si impara sbagliando, a volte, ma soprattutto si impara meglio l’italiano mangiando un buon tiramisù in ottima compagnia!

Esercizio: Completa il testo inserendo i pronomi mancanti (diretti e indiretti e la particella ne). Livello B2.

Il dolce italiano più famoso al mondo ha origini incerte o, a quanto pare, ha almeno due storie che cercano di definir1/__. Una potremmo definirla“patriottica” e l’altra, diciamo così, più “leggera”.

Vediamo2/__:

La prima che raccontiamo ci rimanda al Risorgimento. Tutti sappiamo quanto sia stato difficile unificare l’Italia. Ci sono voluti l’intelligenza di Mazzini, il coraggio di Garibaldi e l’astuzia politica di Camillo Benso di Cavour oltre alla fortunata circostanza che 3/__ ha visti operare tutti nello stesso periodo. Nonostante ciò, è ben noto quanti momenti difficili i tre abbiano dovuto passare, a volte anche mettendosi l’uno contro l’altro. Forse è stato proprio in uno di quei fatidici momenti che il Conte Camillo Benso di Cavour, un po’ scoraggiato, si è rivolto a una famosa pasticceria di Torino in cerca di aiuto ordinando4/__ un dolce che potesse donar5/__ le forze necessarie per continuare a combattere. Il nostro Tiramisù, appunto.

La seconda versione colloca la sua nascita molto prima, verso la fine del XVII secolo approssimativamente, e racconta che il dolce vide la luce a Siena; in occasione della visita dell’allora Granduca di Toscana, Cosimo III de’ Medici.

Costui sembra fosse un uomo vanitoso, scialacquatore e amante dello sfarzo e, si mormora, anche piuttosto goloso. Apprezzò quindi moltissimo la nuova specialità che i cuochi 6/___ avevano fatto trovare, creando7/__ proprio in suo onore. Fu battezzata “zuppa del duca” e lui 8/___ mangiò con gusto.

Da Siena la nobile ricetta 9/__ seguì alla corte di Firenze, allora crocevia di intellettuali e artisti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo.

Ed è così che la “zuppa del duca” divenne famosa, fino a oltrepassare i confini del Granducato toscano per approdare a Treviso e quindi a Venezia.

La leggenda, racconta che divenne il dolce prediletto dai cortigiani veneti, poiché 10/__ attribuivano proprietà eccitanti e afrodisiache, tanto che si diffuse l’abitudine di consumar11/__ abbondanti porzioni prima di ogni incontro amoroso.

Ed ecco che la “zuppa del duca” cambiò nome adottando quello decisamente allusivo di “tiramisù”.

Preparazione del Tiramisù

Ingredienti per sei persone :

500 g di mascarpone

120 gr di zucchero

4 uova

250 g di savoiardi

1 tazza di caffè

1 bicchierino di liquore (cognac o Amaretto di Saronno)

– cacao amaro in polvere q.b.

– scaglie di cioccolato fondente

Preparazione:

Separate i tuorli dagli albumi.

Prendete i primi e montate12/___ insieme allo zucchero fino a ottenere un composto bianco e spumoso.

Con un cucchiaio in legno lavorate il mascarpone a temperatura ambiente finché diventa una crema liscia e senza grumi.

Unite al mascarpone il composto di uova e zucchero, amalgamando13/_____ bene.

Montate gli albumi a neve ben ferma con un pizzico di sale e aggiungete con delicatezza alla crema di uova e miscelate il liquore con il caffè a temperatura ambiente.

Aggiungete due cucchiai d’acqua. Immergete velocemente i savoiardi nella bagna così ottenuta: i biscotti dovranno risultare ben imbevuti, ma non completamente zuppi.

Foderate il fondo di una vaschetta per alimenti con uno strato di savoiardi quindi stendete uno strato di crema al mascarpone, livellando14/__ con una spatola.

Procedete con un secondo strato di biscotti e coprite15/___ con la rimanente crema, avendo cura di tenerne da parte una piccola quantità per la decorazione.

Alla fine spolverate tutto con il cacao in polvere e grattateci sopra un po’ di cioccolato fondente.

Mettete16/__ in frigo almeno per 3 ore prima di servire.

E Buon appetito!

Leggi anche:

La copanata

I cannoli siciliani

7 commenti

Rispondi