Il famoso architetto italiano spiega cosa significa, secondo
lui, il verbo “fare”. Leggi e completa il testo con le parole nel riquadro:
(non sono in ordine): fragilità – resto – sala – migliori – discrete – vuoto – assieme – capacità –curiosità –
libertà

“Fare” è un verbo molto importante.

Fare, costruire, è la più antica scommessa dell’uomo insieme allo scoprire, a navigare, al coltivare i campi. È un nobile mestiere quello dell’architetto se è fatto bene. Fare bene. Per fare bene bisogna capire e ascoltare; è un arte complessa quella dell’ascolto, è difficile perché spesso le voci di quelli che hanno più cose da dire sono 1) _______ e sottili. Ascoltare non è obbedire, ascoltare non è trovare compromessi, ascoltare è cercare di capire e quindi fare i progetti 2)_______. 

Fare per gli altri, si diceva una volta fare il bene comune bisogna sempre ricordare che fare architettura significa costruire edifici per la gente: Università, musei, scuole, 3)_______ per concerti, sono tutti luoghi che diventano avamposti contro l’imbarbarimento, sono luoghi per stare 4)________, sono luoghi di cultura, di arte e l’arte ha sempre acceso una piccola luce negli occhi di chi la frequenta.

Fare con attenzione perché la terra ha scoperto, e ci ha ormai avvisato, la propria 5)________ per questo non credo nell’energia nucleare e credo invece 6)________nell’energia rinnovabile: l’Italia non ha giacimenti di uranio, l’Italia ha molto sole e tanto vento.


Fare bellezza o almeno provarci: la bellezza è imprendibile se allunghi la mano ti scappa ma se la definisci come facevano i greci, il bello e il buono che stanno insieme allora tutto diventa possibile.  La bellezza e l’7)_________ messe insieme vincono il formalismo, vincono l’accademia. 

Fare silenzio cioè costruire le emozioni, talvolta l’architettura cerca il silenzio e il 8)__________ in cui la nostra coscienza si possa ritrovare. Il silenzio è un po’ come il buio bisogna avere il coraggio di guardarlo e poi pian piano si cominciano a vedere i profili delle cose quindi l’architettura è anche l’arte di creare i luoghi per il silenzio, per la meditazione.

Lasciar fare, bisogna lasciar fare ai giovani, bisogna mettersi un po’ da parte, nel mio studio lavorano ogni anno 20 studenti provenienti da tutto il mondo, a bottega. Bisogna valorizzare il talento, bisogna che la politica faccia i concorsi, ci sono tantissimi giovani talenti che non hanno nulla da fare.Oggi un architetto in Italia ha poche possibilità prima dei cinquant’anni, c’è un’intera generazione che è stata tradita, la politica teme il talento perché il talento ti regala la libertà e la forza di ribellarti.

Secondo me i giovani devono partire, devono andar via ma per 9)_______, non per disperazione,e poi devono tonare. Sì, secondo me devono andare, i giovani devono andare un po’ come ho fatto io son sempre partito e son sempre tornato. Per capire come è il resto del mondo ma anche per un’altra cosa ancora più importante: capire se stessi. C’è un’italianità, non è quella dell’orgoglio nazionale, noi italiani siamo come dei nani sulle spalle di un gigante, tutti. Il gigante è la cultura, una cultura antica che ci ha regalato una straordinaria, invisibile, 10)__________ di cogliere la complessità delle cose, articolare i ragionamenti, tessere arte e scienza insieme questo è un capitale enorme, e per questa italianità c’è sempre un posto a tavola, per tutto il resto del mondo.

Domande di comprensione.

  1. Fare e costruire sono antiche come altre azioni. Quali?
  2. Come sono le voci di coloro che hanno più cose da dire?
  3. Cosa significa “fare il bene comune”?
  4. Che cosa intende per imbarbarimento Piano?
  5. In che cosa non crede Piano?
  6. Come è la bellezza secondo Piano?
  7. A cosa può servire il silenzio?
  8. Cosa deve fare la politica per i giovani?

Renzo Piano: The Complete Logbook 1966 -2016(En)://amzn.to/2Op0jmV

Esercizio: Partendo dagli aggettivi forma gli avverbi

Fermo/a fermamente
Normale  
Franco/a  
Simpatico/a  
Intelligente  
Caparbio/a  
Triste  
Allegro/a  
Lento  
Rapido/a  

E per te cosa significa “fare”? Vuoi proporre una lista tua?

Attività.

Il verbo fare è molto usato nella lingua parlata spesso in modo improprio o un po’ troppo generico.

Prova ad essere più specifico e trasforma le frasi qui sotto sostituendo il verbo fare con un verbo più appropriato, coniugato al tempo e modo adeguato.

scattare    trascorrere     compiere     preparare     sostenere
  1. Ieri mio figlio ha fatto un esame molto importante per la sua carriera universitaria.
  2. Non mi piace fare fotografie in continuazione.
  3. Oggi è il tuo compleanno? Quanti anni fai?
  4. Quest’estate abbiamo fatto una vacanza indimenticabile sotto vari aspetti.
  5. Mi sono ricordata di stampare i biglietti ieri sera mentre facevo le valigie.

Espressioni: fare fatica, fare silenzio, fare le ore piccole, fare le ferie, fare un pisolino, fare un piacere, fare un viaggio, fare carriera, fare il bagno, fare benzina, fare una telefonata

1. Scusa, mi potresti ?
2. Clara ha rinunciato a , si è completamente dedicata alla famiglia.
3. Vedo che sei stanco. Non mi dire che di nuovo  ieri?
4. L’anno prossimo  con la famiglia, andremo negli Stati Uniti. Non vedo l’ora!
5. Scusi, potrei ? Il mio cellulare è scarico.
6. Da bambina passavo le vacanze dai nonni a Riccione così ogni giorno  nel mare.
7. Parla più forte!  (io) a sentirti.
8. Ogni giorno il nonno dopo pranzo  e noi  silenzio.
9. Ho deciso che quest’anno  a settembre invece che ad agosto.
10. Fermiamoci al prossimo distributore perché dobbiamo 

Advertisements