Grammatical rules and a good choice of words are not enough to master a language, it is also necessary to understand the cultural references, the nuances, the concepts that bring some sentences with them; idioms. To understand your Italian friend who says: "Our professor has no salt in his pumpkin!" You will need to be able to associate the pumpkin to the head and consider them two containers of precious things like intelligence and salt.

Indeed idiomatic expressions are an essential aspect of learning a second language and are often a component that language learners are lacking in order to attain high levels of proficiency in a second language.

Idioms are essential means of communication and knowledge, and are part of the linguistic and cultural heritage. Some expressions are typical of a specific culture, and allow to have a vision of social identity and uniqueness. Some linguistic expressions are like using spices in the kitchen, to make a dish better. Popular tradition contains words and expressions right for every event of life.
Today we start to analize the idioms contain fruit and vegetable.
i.e
La mela non cade mai troppo lontano dall’albero.
This means a child usually has a similar character or similar qualities to his or her parents. Similar to “The apple doesn’t fall far from the tree.

In italiano (Livello B2)

Non bastano le regole grammaticali e una buona scelta di vocaboli per padroneggiare una lingua, è necessario anche comprenderne i riferimenti culturali, le sfumature, i concetti che si portano dietro alcune frasi; i modi di dire, le frasi idiomatiche, i proverbi.

Per comprendere il vostro amico italiano che dice: “Il nostro professore non ha sale in zucca!” dovrete sapere essere capaci di associare la zucca alla testa e considerarli due contenitori di cose preziose come l’intelligenza e il sale.

Per non fare “una figura da cioccolatai” occorre quindi munirsi di strumenti che ci permettano di capire la ragione di certi modi di dire; come nascono, che cosa significano, quando si usano?

Iniziamo con le frasi idiomatiche a base di frutta e verdura

CADERE A FAGIOLO

Quando qualcosa ci accade proprio al momento giusto diciamo “Cade a fagiolo” per esempio: Questo lavoro cade proprio a fagiolo significa che evidentemente era quello che desideravamo o quanto meno quello di cui avevamo bisogno.

Sembra che l’origine di questo modo di dire si debba alla favola inglese Jack and the Beanstalk in italiano Giacomino e il fagiolo magico dove Giacomino e sua madre possiedono solo una mucca che un giorno smette di fare il latte, perciò la madre dice al ragazzo di andare al mercato a venderla. Il ragazzino lungo il cammino incontra un macellaio che gli propone di comprarla dandogli in cambio per un pugno di fagioli e il ragazzo accetta.

Quando rientra a casa, la madre, infuriata, getta i fagioli dalla finestra. Il giorno dopo dal punto dove li ha gettati spunta un’enorme pianta di fagioli, su cui Giacomino si arrampica. Andando sempre più su il giovane trova il castello di un orco al quale Giacomo riuscirà a sottrarre una gallina dalle uova d’oro e un’arpa magica. Dopo un inseguimento sulla pianta, l’orco verrà sconfitto dal ragazzo e lui e sua madre non saranno più poveri.

AVERE SALE IN ZUCCA

Significa essere intelligenti, non averne, ovviamente, il contrario. Ma perché si dice così? Cosa c’entra il sale con l’uso che si fa dei neuroni e cosa c’entra la zucca con il cervello?

Sembra che tutto risalga alle antiche usanze dei contadini i quali svuotavano le zucche, le essiccavano e le usavano come recipienti per trasportare il sale, un tempo molto prezioso non solo perché serviva per insaporire le pietanze ma soprattutto perché si usava per conservare gli alimenti. Avere sale in zucca significava quindi essere “ricchi” o meglio avere trovato un modo per trasportare (e conservare, stando bene attenti a non rovesciare la zucca) la ricchezza, il sale appunto.

Esempio:

Quella ragazza è intelligentissima, ha davvero del sale in zucca!

La zucca, nei modi di dire popolari, è spesso associata alla testa. Ecco qui di seguito due frasi idiomatiche molto usate:

Andare fuori di zucca vale a dire perdere la ragione, impazzire.

Essere una zucca dura cioè essere cocciuti, testardi, avere la testa dura.

MI IMPORTA UN FICO SECCO

Vale a dire che non mi interessa affatto, per niente. Il fico secco quindi qui sta a indicare qualcosa che non ha nessun valore per colui che parla. Con lo stesso significato è molto in uso anche l’espressione “non vale un fico secco”.per indicare un oggetto o una persona che per chi parla a poco valore.

Il frutto alla base di queste espressioni appare nei testi scritti fin dall’antichità e può apparire sia in un significato positivo; di abbondanza, ricchezza, nella sua polpa matura e molto apprezzata sia nella sua apparenza negativa quando il suo tempo è passato. Fichi secchi e pane di orzo, per esempio, già per Ipponatte (poeta greco nato nel 570 a.c) erano cibo da schiavi.

Fare i fichi! Significa per indicare qualcuno che è molto cerimonioso, un po’ vanitoso.

Es. Non fare il fico! cioè non fare il vanitoso.

PRENDERE QUALCUNO IN CASTAGNA

“Prendere in castagna” viene dalla più antica espressione “prendere in marrone”, frase fatta in uso già da diversi secoli.

Marrone in latino significa errore ecco quindi che prendere in marrone significava sorprendere qualcuno mentre sta commettendo un errore o un misfatto. Per sinonimia si è passati all’espressione odierna “prendere in castagna” perché marrone ha anche il significato di castagna, vale a dire che sono sinonimi in uno dei significati della prima parola. La lontananza dal latino ha oggi cancellato la più antica espressione.

Altra frase fatta con uguale significato di prendere in castagna è: “Cogliere in flagranza”!

Levare le castagne dal fuoco. –Risolvere i problemi.

Es: Anche questa volta il padre di Giacomo è intervenuto e gli ha tolto le castagne dal fuoco. Significa che il padre di Giacomo ha risolto i problemi del figlio.

– Nella tua lingua ci sono modi di dire con la frutta?

Esercizio 1:

Completa le seguente frasi:

  1. Carlo ha cucinato male ancora una volta, come cuoco noni vale un ____________.

2) Non capisco perché Marta insista in quel progetto, è veramente una ___________.

3) A me non dire niente, di quello che fanno quei due non mi importa un _________.

4) Sembra che il direttore abbia visto Gianni chattare su fb; lo ha preso __________.

5) E’ sempre il più elegante di tutti, fa sempre il _________!

Sui modi di dire vedi anche:

La fioritura a Catelluccio di Norcia

Il parco del Gran Paradiso

Advertisements