“La formica e la cicala”, un ascolto e un esercizio sui verbi. (Italian level B1).

“La formica e la cicala” è la famosa favola di Esopo che tutti noi conosciamo. Qui proponiamo un ascolto, adatto a tutte le età, e un esercizio per concentrarsi sull’uso dei tempi verbali.

  1. Ascolta bene la storia e poi rispondi alle domande.
  1. Cosa chiede la cicala alle formiche?
  2. Cosa risponde la formica?
  3. Com’è l’estate secondo la cicala?
  4. Cosa succede in autunno?
  5. Come sono i campi in inverno?
  6. Cosa succede una sera?
  7. Cosa dice la formica alla cicala?

Adesso leggi il riassunto della storia e declina al tempo giusto i verbi tra parentesi:

(imperfetto, passato prossimo, trapassato prossimo, infinito).

Esopo ci racconta che la cicala, spensierata e allegra, 1. (godersi) ________ le belle giornate estive cantando mentre la laboriosa e previdente formica 2.(prepararsi) _______ al futuro freddo invernale. La cicala non era interessata ai consigli della formica e 3.(continuare) _________ a cantare suonando la sua chitarra. Così con l’arrivo dell’inverno 4.(ritrovarsi) __________ senza una casa in cui rifugiarsi e non 5.(avere) __________ niente da mangiare.
La formica, intanto, se ne stava al calduccio nella sua tana e 6.(gustarsi) ________ tutta contenta il cibo che (raccogliere) _________ durante la bella stagione. Quando ormai la neve 7.(ricoprire) _____________ tutto il paesaggio, la cicala 8.(andare) __________ dalla formica per chiedere conforto e cibo, ma essa la 9.(scacciare) __________ e così 10. (rimanere) __________ da sola a cercare di risolvere i suoi problemi.

Ma non tutti sono d’accordo con la morale di Esopo, per concludere vi proponiamo la versione di Gianni Rodari della famosa favola della “cicala e la formica”:

Interpretazioni di Gianni Rodari

        Alla formica

    Chiedo scusa alla favola antica

       se non mi piace l’avara formica.

       Io sto dalla parte della cicala

       che il più bel canto non vende, regala.

        Rivoluzione

    Ho visto una formica

       in un giorno freddo e triste

       donare alla cicala

       metà delle sue provviste.

       Tutto cambia: le nuvole,

       le favole, le persone…..

       La formica si fa generosa…..

       E’ una rivoluzione.

Solo per te"La formica e la cicala", un ascolto e un esercizio sui verbi. (Italian level B1). 1

Rispondi