I festeggiamenti natalizi in Italia iniziano l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione.

L’8 dicembre è un giorno di festa, scuole e uffici pubblici restano chiusi, e i bambini e gli adulti generalmente lo dedicano a preparare l’albero di Natale.

L’Immacolata Concezione è una festività ufficiale dal 1854, anno in cui Papa Pio IX con la sua bolla scrisse nero su bianco un’antica tradizione cristiana che risaliva a diversi secoli prima. In Oriente si festeggiava già dal VI secolo.

La festività si concentra solo ed esclusivamente sulla Vergine Maria, preservata immune dal peccato originale fin dal suo concepimento, e anticipa di nove mesi esatti la Natività di Maria.

Come abbiamo detto l’Immacolata è un giorno speciale per chi decide di festeggiare il Natale con le decorazioni tradizionali. E’ infatti un’usanza molto generalizzata quella di decorare l’albero di Natale, vero o finto che sia, proprio l’8 dicembre e di allestire anche il presepe in questa stessa data.

C’è però da dire che l’8 Dicembre non è sinonimo di albero e presepe in tutta Italia. A Milano è usanza decorare l’albero il 7 DicembreSant’Ambrogio, giornata di festa e di vacanza nel capoluogo meneghino. A Bari si addobba l’albero il 6 Dicembre, giornata di festa dedicata al santo patrono della città, San Nicola.

Il culto di San Nicola è molto famoso perché è presente nella religione cattolica, nella Chiesa ortodossa e in altre confessioni facenti capo al Cristianesimo. La sua figura è legata al mito di Santa Claus (o Klaus) che in Italia è Babbo Natale, l’uomo con la barba bianca che porta i doni ai bimbi sotto l’albero di Natale. Dopo la morte di San Nicola avvenuta il 6 dicembre 343, le  reliquie rimasero fino al 1087 nella Cattedrale di Myra (in Turchia).

Poi, quando Myra venne assediata dai musulmani, le città di Venezia e Bari entrano in competizione per impossessarsi delle reliquie del Santo e portarle in Occidente. Sessantadue marinai di Bari organizzano una spedizione marittima e riuscirono a trafugare una parte dello scheletro di San Nicola portandolo nella loro città, nel 1087.

Il 6 dicembre a Bari è festa grande come nel resto d’Italia l’8 dicembre. In tavola si mettono tante golosità come le frittelle dell’Immacolata: patate, farina, lievito, acqua e olio per friggere. Pochi ingredienti poveri per mettere sulla tavola una golosità di sapore natalizio.

Le frittelle che si mangiano in alcune parti d'Italia il 6 e l'8 dicembre.
le frittelle del 6 dicembre
Booking.com

Leggi anche:

Caterina de’ Medici

La pizzica, una danza ipnotica