Cookie Policy La polisemia. Una parola per molti significati. -

La polisemia indica la proprietà di una parola che ha più di un significato.

La polisemia è un fenomeno centrale e molto presente nella linguistica di tutte le lingue. In genere la polisemia va di pari passo con la frequenza, vale a dire che le parole più frequenti (o più camuni) sono anche quelle che si prestano ad avere più significati.

La polisemia è quasi del tutto assente nei linguaggi settoriali, o specifici, dove ogni parola tende ad avere un unico significato proprio per non creare ambiguità.

E’ invece, come abbiamo accennato, molto presente nella lingua comune per due motivi importanti: 1) permette una notevole economia di vocaboli 2) per la mente umana è più facile ricordare un termine che si è già sentito rispetto ad uno nuovo.

Andiamo a vedere degli esempi. Alcune frasi con il verbo passare:

Mario ha passato l’esame di matematica. “è stato promosso”

Ricordati di non passare con il rosso. “attraversare”

Il tempo passa troppo velocemente. “trascorre”

Oggi passo un attimo da Maria prima di andare a casa. “vado”

Il raffreddore, di solito, passa in 7 giorni. “finisce”

Quel politico ha passato ogni limite. “ha ecceduto, sorpassato”.

Come si vede bene da questi esempi, in ogni frase il verbo passare ha un significato comune e uno specifico.

Anche il verbo “fare” può assumere molti significati diversi. Te lo ricordi? Rileggi questo articolo, clicca qui.

E’ indubbio che la polisemia può creare una certa ambiguità, soprattutto se non si conosce bene il contesto in cui ci si sta esprimendo. Per questo è ampiamente usata da comici e da scrittori di commedie o farse.

Perfino i bambini usano la polisemia per fare una battuta che usano spesso per non rispondere agli adulti:

Come vai a scuola? “come te la cavi, sei brava/o”?

In autobus! “recarsi, spostarsi”.

D’altronde anche il verbo andare, come passare e fare, è un verbo altamente polisemico.

Leggi anche:

Le parole polisemiche

Studiare una lingua straniera fa bene al cuore e alla mente:

2 pensiero su “La polisemia. Una parola per molti significati.”
  1. Ciao,
    molti degli articoli che trovi in questo Blog prendono spunto dal libro di Grammatica italiana: “Grammatica italiana con nozioni di linguistica” di Maurizio Dardano e Pietro Trifone.
    Ovviamente sul libro l’argomento è trattato in modo più ampio perché è un testo che si rivolge a studenti madrelingua, Qui cerchiamo di semplificare e riassumere gli stessi concetti per renderli fruibili anche dagli studenti stranieri.

  2. Buongiorno, è possibile sapere chi ha scritto questo articolo? Dovrei inserirlo nella mia tesi.

Rispondi