Sei uno di quegli studenti che ha paura di sbagliare quando parla? Non dovresti.

Parla senza paure e consolati con il fatto che anche molti italiani fanno errori ma questo non gli ha impedito diventare famosi.

Ascolta cosa pensa Adriano Celentano degli errori di sintassi. E’ un’intervista degli anni ’60 ma vale la pena di ascoltarla.

Cerca gli errori: Approfittane per ascoltare le due canzoni a cui l’intervista fa riferimento e correggi gli errori di Adriano. La conduttrice parla di due canzoni in particolare e sotto trovi i video per poterle ascoltare. Ti piacciono? Sai correggere gli errori del cantante?

Mettiti alla prova e correggi Adriano Celentano.

I: C’è sempre una piccola pugnalata alla sintassi italiana non so come per esempio quanti belli colori de Il bimbo sul leone e poi quell’altra E non vorrei che tu a mezzanotte e tre stai già pensando a un altro uomo.Tutto questo è dovuto a puri e semplici svarioni che passano così inosservati oppure a un vezzo tuo perché sempre e comunque, anche criticando, si parli delle tue canzoni.

A: Un po’ perché a me piace giocare e fare dei colpi di scena e un po’ se devo essere sincero un po’ d’invidia: perché io non sono molto ferrato in letteratura e allora vorrei cercare di divulgare alcuni errori.

I: Ah vorresti essere tu a divulgare …

A: Di modo che quando io mi trovo in mezzo alla gente e dico qualche errore la gente non sa se io scherzo oppure non so parlare. Ma io adesso lo dico sinceramente è proprio che io non so parlare.

Trovati gli errori? Li hai corretti?

Le frasi che sono sbagliate, come dice la conduttrice sono:

  1. Quanti belli colori
  2. E non vorrei che tu a mezzanotte e tre stai già pensando a un altro uomo.

Perché? Dove sono gli errori?

Correggile e scrivi le frasi giuste nei commenti.

Leggi anche:

Intervista a Camilleri