Non abbiamo inventato nulla.

Chi di noi non ha preso un quarto di pizza, un arancino, un cartoncino di pesce fritto da mangiare per strada, seduti su una panchina o addirittura continuando a camminare? Si chiama street food ultimamente. Ma esiste dai tempi antichi.

Gli antichi romani mangiavano a casa se avevano una casa comoda., cioè una domus dotata di cucina. Costoro, in qualsiasi parte dell’Impero abitassero, mangiavano in modo rapido e semplice dentro casa: seduti su una panca di legno posta davanti a una piccola e rozza tavola.

Per lo più mangiavano minestre, zuppe, polente, legumi, insalate, e verdure usando solo scodelle e cucchiai. Ma questo, lo ripetiamo, accadeva solo a quelle persone che possedevano una casa comoda con la cucina.

Nella città di Roma la maggior parte delle persone viveva in piccoli appartamenti (i cenacola) dentro caseggiati (a quei tempi chiamati insulae) molto alti, alcuni arrivavano fino a 5 piani e arrivavano a ospitare fino a 200 persone. All’interno di quei caseggiati c’era solo una cucina, che serviva per tutti e si trovava a pianterreno. Ovviamente era sempre molto affollata.

Per questo la maggior parte degli antichi romani che abitavano nella grande città mangiavano fuori. Compravano qualcosa nei chioschi all’aperto o in locali caratteristici (caupona, taberna, thermopolium) dove era possibile acquistare del cibo e consumarlo sul posto seduti su una panca. In pratica dei veri e propri fast food.

street food

Oltre a questi c’erano delle bancarelle ambulanti che offrivano una vasta scelta di frittelle, carne arrostita , salsicce, panini a basso prezzo. Uno street food festival giornaliero praticamente.

Certo, va detto, che i ricchi e i patrizi non vedevano di buon occhio l’usanza di mangiare per strada. Loro avevano comode case e cucine private e preferivano mangiare a casa. Ma erano, certamente, la minoranza.

Street food. Rileggi il testo e indica quali delle seguenti affermazioni sono presenti nel testo.

  • La cena veniva consumata da tutti dentro al propria casa.
  • Il cibo comprato per strada doveva essere consumato a casa.
  • Nei grandi caseggiati c’era una sola cucina.
  • Tutti avevano una cucina a casa.
  • Anche i ricchi e i nobili mangiavano per strada.

Rifletti e scrivi.

Nella tua città se si vole “fare uno spuntino” veloce dove si può andare? Che cosa si può mangiare? Nella tua zona esistono dei cibi di strada tradizionali? Ti piacciono?

Leggi anche:

Cosa hanno inventato gli antichi romani?