Cookie Policy Al bar e al ristorante. L'italiano di tutti i giorni. -

Al bar e al ristorante: Ordinare, chiedere, offrire.

Oggi parliamo dell’italiano di tutti i giorni, quello che usiamo quando andiamo al bar o al ristorante oppure entriamo in u negozio. Cosa si può dire per comportarci gentilmente e parlare in modo corretto?

Vuoi un caffè? Prendiamo un caffè? Ti va un caffè? Sì, vorrei proprio un caffé. E tu? Cosa vorresti? Cosa prenderesti?

Al bar o al ristorante come ci si esprime in italiano?

Una frase che ci fa sempre molto piacere sentire è: Vieni che ti offro un caffè. Offrire significa pagare un caffè a qualcuno quindi di solito è una frase piacevole da sentire e da pronunciare.

Ricordate che normalmente la grammatica della gentilezza preferisce che non usiamo la parola voglio in un bar o ristorante. E’ preferibile usare il condizionale del verbo volere: Vorrei. Oppure semplicemente prendo, suona sicuramente meglio del troppo determinato voglio.

  • Io prendo un cappuccino e una brioche e tu?
  • Io vorrei un caffè semplice e una spremuta d’arancia.

Sempre per rispettare le forme di cortesia è bene dare del Lei alla cameriera o al cameriere che incontriamo al bar o al ristorante.

  • Scusi, potrebbe portarmi un bicchiere d’acqua, per favore?
  • Scusi, potrei avere anche un po’ di pane.

Per la stessa ragione dovremmo ricordarci sempre di salutare quando entriamo in un locale: buongiorno, buonasera.

Mi scusi è il modo corretto per chiamare l’attenzione usando la forma di cortesia. Non dimenticarti tutte quelle frasi che hai imparato e che è sempre bene usare.

  • Buonasera, abbiamo prenotato un tavolo per due.
  • Il suo nome, prego?

Quando abbiamo finito di mangiare e di bere si chiede il conto: Il conto per favore! O, in modo più articolato: Può portarmi il conto per favore? Prima di uscire si può lasciare la mancia che non è altro che una piccola cifra che lasciamo ai camerieri se siamo soddisfatti del servizio. Molto spesso si lascia il resto e si dice: Il resto mancia!

al bar un caffè per favore

Osserva e confronta

Sono frasi molto semplici, come hai visto. Adesso pensa alle frasi che si dicono nelle stesse situazioni nella tua lingua. Sono uguali? Anche nel tuo paese si usa la forma di cortesia con le persone che non si conoscono bene?

Scrivi la parola equivalente a vorrei.

Leggi anche:

Siamo andati in montagna

Rispondi