Come ci si deve comportare.

Buone maniere significa avere attenzione nei confronti dell’altro. Significano rispetto per il prossimo e aiutare una convivenza serena.

Alcuni sociologi sostengono che le buone maniere aiutino ciascuna persona a interagire con l’ambiente circostante ad entrare in contatto con gli altri nel modo giusto e quindi a sentirsi accettati.

E tu cosa ne pensi?

Oggi parliamo delle buone maniere nei luoghi pubblici ovviamente riferendoci alla realtà italiana. Leggi e nota se ci sono delle differenze nel tuo paese?

  • Al cinema è bene evitare commenti ad alta voce e rumori.
  • Sarebbe meglio, se mangiamo qualcosa durante la proiezione del film, cercare di fare poco rumore con la carta.
  • Cerchiamo di non tossire o starnutire, se siamo malati è meglio restare a casa.
  • Quando vediamo comparire sullo schermo una città o un paesaggio che conosciamo, evitiamo di dirlo ad alta voce.
  • A teatro è obbligo arrivare puntuali, soprattutto per rispetto verso gli attori.
  • Se arriviamo tardi e le nostre poltrone sono già occupate, dobbiamo aspettare la pausa per discutere con chi le ha occupate.
  • Nei musei e alle mostre evitiamo di leggere la guida ad alta voce, rispettiamo le distanze sociali e soprattutto non restiamo fermi per ore davanti all’opera più importante.
  • Sempre ricordare di spegnere i telefonini!

E a te?

Quali atteggiamenti danno fastidio nei luoghi pubblici?

Le buone maniere

Esercizio: Completa le frasi:

  1. Al cinema è meglio non …..
  2. Se arriviamo tardi a teatro …….
  3. Alle mostre è bene ……….
  4. Quando sullo schermo riconoscete la vostra città …….
  5. Se siete malati forse …………………..

Il testo che hai letto è tratto da un manuale d’italiano per stranieri che ci sentiamo di consigliare: Nuovo Espresso A2 di Alma edizioni. Lo trovate su Amazon o direttamente sul sito della Casa Editrice.

Leggi anche:

L’imperativo e l’ambiente.

Booking.com