Ecco il Borgo dove è nato il genio.

Sapete dove si trova Vinci? Il piccolo borgo dove nel 1452 è venuto alla luce quel gran genio di Leonardo? Si trova tra le colline toscane, in provincia di Firenze.

Tra il verde della campagna, sotto il castello dei Conti Guidi, si possono ammirare i colori e i paesaggi tanto cari all’artista: le colline, le distese di vigneti e oliveti tutt’intorno, questa bellezza ha senza dubbio contribuito a sviluppare la creatività di Leonardo.

Vinci

Qui potete passare una giornata tranquilla, visitare il museo Leonardiano, fare una passeggiata di 3 chilometri per raggiungere la sua casa natale che si trova nella campagna circostante, ad Anchiano precisamente.

Lontano dagli assembramenti qui potrete godere anche di alcune specialità culinarie , come l’olio extravergine toscano e il vino Carmignano DOCG. Tra i piatti tipici della tradizione, troverete sicuramente la pappa al pomodoro, le salsicce e i fagioli all’uccelletta, taglieri di salumi locali e la ribollita.

Guardate il video e completate il testo sotto inserendo le preposizioni articolate che mancano.

C’ è un piccolo borgo tra le colline della toscana qui 1._____ provincia di Firenze; una località rinomata, conosciuta, famosa in tutto il mondo da diversi secoli. Si chiama Vinci e questo già ci ricorda subito il grande genio di Leonardo da Vinci che è nato qui.

E’ un borgo molto affascinante, molto intimo con vicoli e vicoletti, il Castello 2.__ Guidi, 3.____ anno mille, che domina tutta la vallata e poi 4.___ chiese ma soprattutto tanta ospitalità da parte 5.___ sua gente.

E’ il 15 di aprile 6.____ 1452 quando 7._____ campagna, in località Anchiano di Vinci, nasce Leonardo da Vinci. Quest’uomo, questo personaggio con la P maiuscola che con le sue invenzioni, i suoi studi, le sue ricerche praticamente ha sconvolto e ha cambiato un po’ la storia 8.___ mondo.

E’ vero soprattutto a partire 9.___’inizio del ‘900 le persone si sono avvicendate 10.___ ricerca 11.___ tracce di Leonardo. 12.___ territorio per vedere le vedute che hanno ispirato i suoi quadri, scoprire il paesaggio dove è nato, dove si è formato, dove spesso è ritornato. Leonardo è il principale motivo di attrazione, infatti il nostro museo, il museo Leonardiano ha annualmente circa 130.000 visitatori però il territorio con le zone di Empoli, Cerreto Guidi, di varie località, offre molte possibilità di visita.

E’ un paese che sta a 35 di chilometri da Firenze a poche decine di chilometri dalle altre principali città d’arte toscane come Siena, Pisa, Lucca.

  • Ma è vero che ogni tanto si ricostruisce quest’atmosfera?

Ci sono molte feste, il paese è molto animato dalle attività delle associazioni locali.

  • Un bel pranzetto dietetico, vedo, eh?

Sì, così si trattavano! Pollo, maiale, noi tutti gli anni facciamo delle cene rinascimentali.

  • E’ tutto costruito ma fedelmente.

Costruito fedelmente dalle apparecchiature ai piatti.

  • Chi abbiamo qui al centro?

Abbiamo i principi che hanno indetto la cena e poi il resto sono i nobili.

  • Fate anche dei dolcetti?

Sì, abbiamo fatto una ricerca storica con gli ingredienti dell’epoca ed è venuto fuori un biscotto: il sorriso di Monnalisa.

  • Senta, ma Leonardo viene mai a mangiare con voi?

Leonardo è una persona semplice; se lei fa un po’ di strada vedrà che se lo trova davanti.

(Ma per conoscere la leggenda su Leonardo dovrai continuare a seguirci …)