Il participio presente è un modo indefinito.

Il participio può svolgere sia il ruolo di verbo sia quello di aggettivo (inoltre, al pari degli aggettivi, assume anche valore di sostantivo) e ha due tempi: presente e passato. Oggi ci concentriamo in particolare sul participio presente.

Il participio presente ha una forma sola per il maschile e il femminile singolare (amante, insegnante, vincente) e una per il maschile e il femminile plurale (amanti, insegnanti, vincenti).

Ormai il participio presente è usato sempre meno con valore verbale, rari esempi sopravvivono solo nella lingua burocratica, in frasi come:

Stante così le cose, è necessario prendere provvedimenti

E’, invece, usato molto come aggettivo: ardente, splendente, arrogante ecc… e sostantivo: cantante, migrante, dirigente ecc…

Una festa divertente (aggettivo)

La cantante era bravissima (sostantivo)

Come si forma?

In via generale, si aggiungono alcune desinenze alla radice del verbo all’infinito:

  1. ante per la  coniugazione
  2. ente per la  e per la  coniugazione

amare – amante

vedere – vedente

servire – servente

E poi ci sono i verbi irregolari:

InfinitoParticipio presente
Farefac-ente
Berebev-ente
dormiredormiente

Ce ne sono molti altri …

Osserva alcune frasi.

Scrivi accanto ad ognuno l’infinito del verbo.

Finalmente ho trovato la parte mancante – (che manca) (mancare)

La badante di mia madre è andata in vacanza

Il programma è rispondente alle esigenze di questa nostra istituzione –

C’era dappertutto un gran caos: persone piangenti, bambini urlanti, lupi ululanti

La settimana entrante terminerò il lavoro

Il suo modo di fare è davvero stressante

I discendenti di quella casata sono falliti

Ho conosciuto un uomo molto attraente

Ho bisogno di un bagno rilassante

Hai preso la crema abbronzante?

Sara è una ragazza sempre gentile e sorridente

La situazione è difficile: non hanno soldi e sono nullatenenti

Leggi anche:

I verbi indefiniti