Cookie Policy Parola x parola. Una al giorno: Bellezza. -
bellezza

Origine, significato, uso e modi di dire della parola bellezza

L’etimologia della parola bellezza inizia dal latino bellus “bello”, diminutivo di una forma antica di bonus “buono”. Bonus deriva dal più antico duonus (solo successivamente avviene la trasformazione della d in b) la cui derivazione si attribuisce alla radice sanscrita dve. Quest’ultima è la contrazione di divonus, dalla radice sanscrita div – splendere – che è la stessa che dà origine alla parola Dio.

Un sostantivo femminile sanscrito che indica “luce”, “luminosità”, “splendore” ma anche “prosperità” e “ricchezza”.

I sinonimi di bello sono tantissimi: stupendo, splendido, magnifico, incantevole, avvenente, affascinante, attraente, appariscente, notevole, vistoso, piacente, aggraziato, grazioso, carino, piacevole, gradevole, delizioso, ameno, leggiadro, elegante, armonioso, equilibrato, benfatto, proporzionato, ben proporzionato, armonico, seducente.

Ma anche: buono, generoso, nobile, dignitoso, illustre, glorioso.

Se ci riferiamo al tempo e al cielo: luminoso, soleggiato, limpido, chiaro, sereno, mite, temperato, calmo

La bellezza salverà il mondo?

A rivolgere queste parole al principe Miškin, protagonista del romanzo “L’idiota” di Fedor Dostoevskij è il giovane tormentato Ippolit. Questa frase è diventata poi famosissima ed è sempre citata in tutto il mondo.

 «Di che cosa avete parlato? È vero principe che una volta avete detto che la “bellezza salverà il mondo”? Signori» prese a gridare a tutti, «il principe afferma che la bellezza salverà il mondo! Ed io affermo che idee così frivole sono dovute al fatto che in questo momento egli è innamorato. Signori, il principe è innamorato, non appena è arrivato, me ne sono subito convinto. Non arrossite principe, mi impietosite. Quale bellezza salverà il mondo?»

«Primo argomento: la bellezza non esiste». Iniziava con una provocazione, Philippe Daverio, la sua conferenza al teatro Romano qualche anno fa.  «Non esiste una cosa che non ha un nome o che ha un nome così diverso da un popolo all’altro», ha spiegato il critico d’arte.

Il film: La grande bellezza

Jep Gambardella : Finisce sempre così. Con la morte. Prima, però, c’è stata la vita, nascosta sotto il bla bla bla bla bla. È tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore. Il silenzio e il sentimento. L’emozione e la paura. Gli sparuti incostanti sprazzi di bellezza. E poi lo squallore disgraziato e l’uomo miserabile. Tutto sepolto dalla coperta dell’imbarazzo dello stare al mondo. Bla. Bla. Bla. Bla. Altrove, c’è l’altrove. Io non mi occupo dell’altrove. Dunque, che questo romanzo abbia inizio. In fondo, è solo un trucco. Sì, è solo un trucco.

Una canzone di Roberto Vecchioni

Passa la bellezza

Nei tuoi occhi neri

Scende sui tuoi fianchi

E sono solo i tuoi pensieri

Venezia è inverosimile più di ogni altra città

È un canto di sirene, l’ultima opportunità

Ho la morte e la vita tra le mani

Coi miei trucchi da vecchio senza dignità

Se avessi vent’anni ti verrei a cercare

Se ne avessi quaranta, ragazzo, ti potrei comprare

Ma a cinquanta come invece ne ho

Ti sto solo a guardare

Passa la bellezza dei tuoi occhi neri

E stravolge il canto della vita mia di ieri

Tutta la ______________, l’allegria del pianto

Che mi fa tremare quando tu mi passi accanto

Venezia in questa luce del lido prima del tramonto

Ha la forma del tuo corpo che mi ruba lo sfondo

La tua leggerezza danzante come al centro del tempo e dell’eternità

Ho paura della fine e non ho più voglia di un inizio

Ho paura che gli altri pensino a questo amore come a un vizio

Ho paura di non vederti più

Di averla persa

Tutta la bellezza

Che mi fugge via

E mi lascia in cambio i segni di una malattia

Tutta la bellezza che non ho mai colto

Tutta la bellezza immaginata che c’era sul tuo volto

Tutta la bellezza se ne va in un canto

Questa tua bellezza che è la mia

Muore dentro un canto.

Proverbi e modi di dire

  • Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace – Non esiste un concetto di bellezza che sia uguale per tutti
  • Onestà e gentilezza sopravanza ogni bellezza – Se si è onesti e gentili non c’è bisogno di essere belli.
  • Il bello piace a tutti – La bellezza è un piacere universale.
  • Anche l’occhio vuol la sua parte – L’aspetto interiore è importante, ma bisogna anche fare attenzione al lato estetico.
  • Bella faccia cuore allaccia – Un viso bello fa innamorare
  • Bellezza e follia vanno sovente insieme – Spesso la bellezza e la pazzia vanno d’accordo.

Ce n’è qualcuno simile nella tua lingua?

Rispondi