La storia della pasta

Il podcast d’italiano per stranieri oggi ci racconta le origini della pasta.

Torna il podcast letto da Marina Minetti. Lo pubblichiamo di sabato così durante il fine settimana avrai più tempo per ascoltarlo e riascoltarlo. Oggi parliamo della storia della pasta. Chi l’ha inventata? Sono stati gli italiani? O forse i cinesi? Sai che qualcuno sostiene che siano stati gli arabi? Tu che ne pensi?

Ascolta il podcast più volte e solo dopo aver cercato di rispondere alle domande che Marina ti pone, leggi la trascrizione sotto.

Listen to “La storia della pasta” on Spreaker.

Trascrizione: L’origine e la storia della pasta.

Mamma mia, che italiano! Benvenuto nel podcast di languageclassinitaly.com, io sono Marina Minetti e oggi vi voglio parlare di un cibo che qui da noi mangiamo spesso e volentieri: la pasta!

Dove e quando nasce la pasta? Chi l’ha inventata? Gli italiani? I cinesi? Gli arabi?

Alcuni sostengono che la pasta sia stata portata in Italia da Marco Polo, tornato a Venezia dal lontano Catai (cioè dalla Cina), nel 1292. In realtà, però, ci sono testimonianze che rivelano la sua presenza in Italia anche nei secoli precedenti.

Dai reperti archeologici rinvenuti qui da noi, sembra che gli uomini abbiano imparato l’importanza dei chicchi di grano, come alimento facile da conservare, già 7000 anni fa. Successivamente hanno appreso a pestarli e a farne una farina che potesse essere cotta nell’acqua.

Per certo possiamo dire che della pasta ne sapevano qualcosa gli Etruschi, infatti nella tomba della Grotta Bella (risalente al IV secolo a.C.), a Cerveteri, grazie a un’incisione ancora oggi ben visibile, ci possiamo immaginare all’interno di una casa a preparare la pasta con il matterello, la spianatoia e la rotella per tagliarla.

Un po’ più avanti nel tempo, troviamo la làgana. Una schiacciata di farina considerata la progenitrice della lasagna. Il poeta Orazio la mangiava con piacere visto che ha scritto che quando tornava a casa era felice perché lì l’aspetta una minestra di ceci, porri e làgana.

Verso l’anno 1000 a Trabìa, vicino Palermo si faceva un tipo di pasta lavorata in forma di filamenti che aveva il nome arabo di “itriyah”.

Ecco dunque che dopo i cinesi e gli italiani, anche gli arabi entrano nella lista dei possibili inventori della pasta.

La storia della pasta

Che la pasta l’abbiano inventata loro oppure no, i siciliani sono stati comunque, fino al Medioevo, dei grandi mangiatori di pasta. Tanto da meritarsi l’appellativo di “mangiamaccarruna”. Come testimonia una storia dove si racconta che un giorno il beato Guglielmo Eremita, siciliano, venne invitato a pranzo nella casa di un signorotto locale. “Colui, per prenderlo in giro, gli fece servire un piatto di maccarones” – riferisce il cronista dell’epoca – “ripieni di fango, anziché di ricotta”. Il beato Guglielmo di fronte allo scherzo non reagì: benedisse il cibo, e cominciò a mangiarlo. A questo punto avvenne il miracolo, il fango si trasformò in ricotta e il maleducato ospite non si divertì per nulla.

Sulla veridicità di questa storia non tutti ci metterebbero la mano sul fuoco ma la cosa interessante è che grazie ad essa noi sappiamo che prima del 1247, anno di morte del beato Guglielmo, i “maccaroni” facevano già parte del menù siciliano.

Per concludere e cercare di dare una soluzione alla disputa su chi ha inventato la pasta: Sono stati i cinesi, gli arabi o gli italiani? Ecco che ci viene in soccorso un’interessante ipotesi antropologica, o forse semplicemente logica. Secondo questa teoria, la pasta non l’avrebbe inventata nessuno. Sarebbe nata in modo spontaneo rispondendo alle esigenze degli uomini in diverse parti del mondo. Semplicemente impastando il frumento con l’acqua, venivano fuori delle focaccine sottili e nutrienti.

Da qui a farle bollire in acqua il passo è stato breve: nel senso che dalle prime focacce alla pastasciutta sono passati solo settemila anni!

L’hai compresa bene la storia della pasta? Sì? Allora rispondi a queste tre domande:

  1. Che cosa è la làgana? In cosa consisteva?
  2. Cosa servì il signorotto siciliano, per scherzo, al beato Guglielmo Eremita?
  3. Quanti anni sono passati dalle prime focaccine di frumento all’invenzione della pasta?

Ed ecco le risposte:

  1. La làgana consisteva in una schiacciata di farina; la progenitrice della lasagna.
  2. Un piatto di maccaroni ripieni di fango anziché di ricotta.
  3. Dalla creazione delle prime focaccine all’invenzione della pastasciutta sono passati più o meno 7000 anni.
2 pensiero su “Il nuovo podcast con Marina: La storia della pasta!”